A1/M. AMSICORA A CASTELLO D’AGOGNA PER LA CONTINUITÀ

All’andata ci fu il doppio turno, organizzato per diminuire i costi delle trasferte. Al ritorno il doppio turno non c’è e l’ Amsicora è costretta a fronteggiare (economicamente e logisticamente) la seconda trasferta in sette giorni. Trasferta che fa meno paura di quanto ne avrebbe fatto settimana scorsa. Merito della continuità di rendimento e di risultati trovati dai ragazzi di Roberto Carta, che hanno portato euforia e ottimismo nell’ambiente. Inoltre la vittoria contro il Butterfly ha confermato che l’ Amsicora può trovare la via della rete anche quando Murgia non è il cecchino infallibile molto spesso ammirato.
Proprio per il 27enne difensore quella di sabato non sarà una partita come le altre. L’ Amsicora sarà infatti di scena a Castello d’Agogna dove sfiderà l’ASD HC Paolo Bonomi, squadra nella quale Gabriele Murgia ha trascorso tre anni e nella quale ha lasciato un grande ricordo.
I lomellini non possono granché permettersi sentimentalismi. Il loro girone di ritorno è iniziato malissimo: tre sconfitte in altrettanti uscite che hanno portato la squadra dal quarto all’ottavo posto in classifica, con soli due punti di vantaggio sulla zona retrocessione. I numeri della Bonomi, unica squadra del campionato a non aver mai pareggiato, sono impietosi: seconda peggior difesa con 39 gol subiti (peggio ha fatto solo la Polisportiva Valverde, che però ne ha preso 19 nelle trasferte sarde contro Ferrini e Amsicora) e secondo peggior attacco con soli 24 gol all’attivo. Inoltre hanno il peggior rendimento interno del campionato, con soli sei punti conquistati a Castello d’Agogna. Dati davvero strani da comprendere soprattutto in considerazione del fatto che, da quando sono saliti in Serie A1, hanno sempre condotto campionati di grande personalità, con due quarti posti raggiunti (l’ultimo proprio nella scorsa stagione) e, eccezion fatta per l’anno da neopromossa, una salvezza mai in discussione. Per questo risulta difficile pensare a una squadra abbordabile. Molto più credibile l’ipotesi di un calo fisiologico, calo che la squadra allenata da Grivel William può tranquillamente superare.
I lombardi infatti, malgrado il pessimo inizio di 2014, hanno dimostrato di poter mettere in difficoltà qualunque avversario, come dimostra la partita contro il Bra di due sabati fa che li vedeva in vantaggio 2-0. Inoltre vorranno vendicarsi del 5-2 subito a Ponte Vittorio un girone fa. Il rischio per Fabio Mureddu e compagni è quello di prendere sotto gamba l’impegno sottovalutando l’avversario e incorrere negli scivoloni già visti in passato, soprattutto in trasferta, che hanno un po’ compromesso il cammino dei Campioni d’Italia quest’anno. Scivoloni da non commettere più se si vuole chiudere il discorso playoff senza affanni e senza complicarsi la vita nelle ultime, difficilissime, giornate. 
La sfida, diretta dagli arbitri Dal Mas – Borda, avrà il fischio d’inizio alle ore 15:30. 
 
27/03/2014 Carlo Buccoli

Sport: 

Anno: 

CORSI AVVIAMENTO ALLO SPORT

 

Società Sportiva Amsicora Cagliari

Amsicora

Questo è il sito della Società Sportiva Amsicora di Cagliari. Al suo interno è possibile trovare notizie, foto e video degli sport praticati

Contatti