A1/M L'AMSICORA SOFFRE E VINCE CONTRO UN BEL CUS PADOVA

Universitari oggi indigesti per i colori amsicorini. Dopo la netta sconfitta rimediata dalla squadra femminile in casa del CUS Pisa, è il turno dei ragazzi di Roberto Carta, che impattano contro un tignoso e ben organizzato CUS Padova. Alla fine sono i cagliaritani a imporsi per 3 a 1 ma quanta fatica!

I primi minuti sono una fase di studio. Il gioco ristagna a centrocampo ed entrambe le squadre chiudono tutti i varchi per non lasciare spazi agli avversari.

Al 10', al primo vero affondo, arriva un corto per l'Amsicora. Dal fondo Boi rimette lento, Lorrai raccoglie e va al tiro di rovescio. Il portiere ospite devia a lato.

Al 15' secondo corto per l'Amsicora, stavolta è Lai a tirare a lato.

Al 17' ancora l'Amsicora in avanti con Agabio, che colpisce il palo su assist di Lugas, a conclusione di una bella azione personale.

Al 20' Amsicora in dieci per un giallo comminato a Lai.

Il Padova sfrutta nel migliore dei modi la superiorità numerica e al 22' si porta in vantaggio con Sacco, sugli sviluppi di un contropiede.

Al 26' è nuovamente il Padova a rendersi pericoloso in avanti, guadagnando il suo primo corto, che si conclude con un nulla di fatto.

Al 28' e al 30' si registrano due tentativi falliti per l'Amsicora con Polo e Lai, entrambi respinti dall'estremo difensore patavino.

Al 33' nuovo corto per l'Amsicora, ma ancora Lai spedisce fuori.

Allo scadere di tempo l'Amsicora conquista un rigore per atterramento in area di Giaime Carta. Lo stesso Carta si presenta al tiro ma il bravo Melai para.

La prima frazione di gioco si chiude con i cussini in vantaggio di misura per 1 a 0.

Nella ripresa al primo minuto il Padova va vicino al raddoppio, ancora su contropiede. Manca ci mette una pezza.

Due minuti dopo è nuovamente il portiere amsicorino a salvare sull'ennesimo contropiede ospite.

Al 5' arriva però il pareggio amsicorino, ad opera di Lorrai, su corto.

All'11' altro corto per l'Amsicora, ancora Lai non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.

Lo stesso difensore amsicorino si rende protagonista al 20' di un bell'affondo ma anziché rimettere al centro spara addosso al portiere avversario.

Due minuti dopo Lugas, alla sua prima partita in casa ad un anno esatto dal grave infortunio in EHL che lo ha tenuto fuori per tutto lo scorso campionato, realizza con un drive secco il 2 a 1 per i Verdi.

Al 26' Giaime Carta manda di poco alto sopra la traversa, al termine di una bella serpentina sulla sinistra.

Al 29' il portiere cagliaritano si rende protagonista di un doppio episodio: prima salva la porta su un uno- due avversario all'interno dell'area  amsicorina, poi si prende un giallo.

Fuori Manca, entra Tisera in porta. Il centrocampista argentino fa appena in tempo ad indossare i panni del portiere che il Padova guadagna un corto.

I patavini hanno la pallina del pareggio in pugno ma il tiro si infrange sul bastone di capitan Mureddu, bravo a respingere sulla linea e a salvare il risultato, sovrapponendosi a Tisera nel ruolo di portiere aggiunto.

Come spesso capita in queste occasioni, dal goal mancato di una squadra arriva il goal dell'altra.

Allo scadere, infatti, viene fischiato un corto per l'Amsicora. Stavolta Giaime Carta non sbaglia e con un bel drag-flick alla sinistra di Melai realizza la rete del definitivo 3 a 1. Il suo urlo liberatorio copre perfino il fischio finale.

Un bel CUS Padova, ripetiamolo, ben orchestrato da Faggian, ha messo più volte in difficoltà i campioni d'Italia e c'è voluta tutta la bravura di Manca per sventare i ripetuti contropiede patavini. Forse è mancato quel pizzico di cinismo che avrebbe potuto fare molto male alla retroguardia amsicorina. E magari adesso staremmo commentando un altro risultato.

Lo stesso cinismo, invece, che è stato ancora una volta l'arma in più della squadra di Roberto Carta. Decisivi due corti, a fronte dei sei complessivamente tirati, ai quali bisogna aggiungere il rigore neutralizzato dal portiere ospite ed il legno colpito da Agabio. segno di un maggior predominio da parte di Mureddu e compagni.

Nel complesso la prima partita casalinga stagionale ha fatto vedere un'Amsicora ancora in rodaggio, dopo l'uscita definitiva di scena di Murgia e Kotrc e l'assenza di Asuni. L'innesto in difesa di Lorrai (ottima la sua prova, oggi) e di un reinventato capitan Mureddu nel ruolo di libero - già sperimentato con successo nella seconda fase dello scorso campionato -, il ritorno di Agabio e di Lugas in avanti e l'impiego costante dei giovani Giustini, Boi, Manconi e Giuliani, questi ultimi due entrati a pieno titolo nel roster a disposizione di Roberto Carta, sono gli elementi caratterizzanti il nuovo corso amsicorino.

Domani mattina alle 10.30 l'Amsicora disputerà contro Fincantieri il secondo dei due incontri previsti questo weekend tra le mura amiche.

22/10/2016 Uff. Stampa Amsicora

Sport: 

Anno: 

CORSI AVVIAMENTO ALLO SPORT

 

Società Sportiva Amsicora Cagliari

Amsicora

Questo è il sito della Società Sportiva Amsicora di Cagliari. Al suo interno è possibile trovare notizie, foto e video degli sport praticati

Contatti