A1/M A MORI L'AMSICORA ISSA LA BANDIERA DEI 4 MORI

L'Amsicora apre il campionato in trasferta in Trentino e subito fa prevalere l'esperienza e la superiorità  dei suoi uomini contro la matricola Adige, chiamata al suo esordio nella massima serie al difficile compito di contrastare i Campioni d'Italia in carica. Il risultato finale di 2 a 0 in favore dei cagliaritani non lascia spazio a dubbi. Mureddu e compagni affinano gioco e colpi in vista dell'impegno in EHL il prossimo week-end.

Roberto Carta schiera tra i pali Manca, in difesa Polo, Lorrai, Lai e Lugas, a centrocampo Giaime Carta, Tisera e Giustini, in attacco Angius, Nicola Carta e Mura, con Mureddu, Giuliani e Boi ai cambi.

I verdi partono subito bene. Buon ritmo e pressing alto producono tre corti di fila che, complici le non perfette condizioni del terreno di gioco, si concludono con un nulla di fatto.

I Campioni d'Italia mantengono il pallino del gioco mentre l'Adige si limita a difendere la propria metà campo, salvo un contropiede che non impensierisce la porta di Manca e che è anche l'unica azione degna di nota dei padroni di casa nel primo tempo.

Da segnalare un rigore negato agli amsicorini su tiro diretto in porta di Mura, respinto col corpo da un difensore dell'Adige, sul quale gli arbitri non hanno fischiato neppure il corto, limitandosi a un lungo. Azione poco dopo replicata dagli stessi protagonisti ma stavolta gli arbitri concedono il penality che Giaime Carta realizza, per il goal del vantaggio amsicorino.

Sul finire del tempo arriva il raddoppio ad opera di Angius che finalizza in rete di rovescio un'azione di corto.

Il secondo tempo ripropone lo stesso cliché del primo, con l'Amsicora a fare gioco e l'Adige a cercare di limitare i danni. I trentini per la verità provano a riorganizzarsi e si rendono pericolosi in diverse occasioni, anche perché i sardi rimediano due cartellini gialli di fila, prima con Mura, poi con Lai, e giocano per buona parte della ripresa in dieci. Roberto Carta cerca di far rifiatare i suoi mandando in campo Giuliani e Boi. Passato il brutto momento l'Amsicora riprende a macinare gioco e crea cinque nitide occasioni da rete. La prima con Lai, il cui tiro viene respinto sulla linea; a seguire ancora con Lai, sugli sviluppi di un corto, che spara prima addosso al portiere, poi sulla respinta manda fuori; infine con Boi e Angius su azione di contropiede.

La partita si chiude qui, sul punteggio di 2 a 0 in favore dei Campioni d'Italia.

Un'Amsicora meno cinica del solito sotto rete ha evitato all'Adige una sconfitta ben più rotonda. Il gioco espresso dagli uomini di Roberto Carta, ancora in rodaggio e con qualche meccanismo da oliare, è certamente la nota positiva della giornata, insieme ai primi tre punti in trasferta. Adesso per i Campioni d'Italia arriva subito la prima sosta di campionato. Come già anticipato, li attende l'EHL. E sarà tutta un'altra musica.

02/10/2016 (Uff. Stampa)

Sport: 

Anno: 

CORSI AVVIAMENTO ALLO SPORT

 

Società Sportiva Amsicora Cagliari

Amsicora

Questo è il sito della Società Sportiva Amsicora di Cagliari. Al suo interno è possibile trovare notizie, foto e video degli sport praticati

Contatti