MVP OF THE WEEK: BRUNO MURA

Si sa: quando si entra nel periodo nero, uscirne non è affatto facile. Riuscire ad essere più forti delle tentazioni e dimostrare, una volta di più, di essere il campione tanto acclamato in passato. Dunque quando uno ci prova, bisogna stargli vicino per ricordargli che c’è vita anche senza alcool e droghe. Noi lo sappiamo e decidiamo di premiare Bruno Mura MVP di AmsicoraBonomi. Per la prestazione, per i due gol in due settimane che sbloccano il digiuno del Bambino di Oro, ma soprattutto per spronarlo. Forza Bruno, non mollare.

Bruno Mura nasce a Cagliari il due gennaio 1993. Inizia a lavorare prestissimo: notato da un talent scout diventa il volto ufficiale delle barrette Kinder. Grazie a questo lavoro viene ricoperto di soldi, ma li perde tutti investendo in combattimenti tra galli e corse di cani. Rimasto sul lastrico non può fare altro che intraprendere il percorso scolastico e costruirsi il futuro così. Proprio grazie alla scuola incontra i due amori più grandi della sua vita: l’hockey e la seconda superiore. Il primo viene tutt’ora coltivato, mentre con il secondo si è lasciato dopo tre anni bellissimi di convivenza, durante i quali ci sono state fughe, riappacificamenti e una passione ancora forte nei cuori di entrambi.

Inizia a giocare a hockey alle scuole medie e prosegue all’Amsicora, dove il suo talento cristallino viene notato subito: mentre tutti i suoi coetani giocano nel campionato under 16, lui si allena in prima squadra e partecipa con fare da veterano ai terzi tempi a base di birra e ignoranza, iniziando l’oblio che si concretizzerà da lì a breve.

Il girone di andata del campionato 2011/2012 è per lui quello della consacrazione. Esplode durante la partita casalinga contro la Roma, nella quale sigla una doppietta e trascina la squadra alla vittoria contro i campioni d’Italia in carica facendo un gol da annali: quattro avversari, portiere compreso, saltati come birilli, gol del vantaggio ed esultanza che palesava evidenti crisi cardiorespiratorie. Durante la stagione porta la squadra ai playoff con nove gol che gli valgono il soprannome di Bambino di Oro.

Durante una serata in discoteca a fine stagione si capisce che il successo gli ha dato alla testa. Entra nel locale già abbonantemente ubriaco e durante la serata non smette di bere, approcciando le ragazze con la frase “ciao, sono il bambino di oro”. L’unica che ci casca è una consumatrice abituale di metanfetamine, dalla quale viene liberato prima che si consumasse la tragedia dai suoi compagni di squadra, che durante il suo periodo nero non l’hanno mai lasciato solo. Si capisce che la sua vita sta prendendo una brutta piega quando per colazione, mentre gli altri ordinavano cornetti e caffè, si divora tramezzini con uova e tonno accompagnati da coca cola. Si presenta formato cadavere a scuola, ovviamente in seconda superiore, e anche con quest’ultima il rapporto si incrina fino a terminare.

L’anno successivo, quello dello scudetto, per lui è l’anno nero. Dopo un girone di andata nel quale non trova mai il gol, si strappa prima del girone di ritorno ed è costretto a saltarne l’inizio. Torna, ma non è lo stesso. Ha paura e non forza i movimenti fino alla partita contro il Valverde. Lui è sicuro, lo strappo è finalmente passato, e ha ragione. Solo che si strappa di nuovo, in un altro punto dello stesso muscolo, obbligandolo a seguire l’ultima partita, quella della festa scudetto, da abusivo.

Gli infortunii lo costringono a saltare tutti i raduni della Nazionale, delle cui giovanili era un punto fisso e inamovibile, con vari Europei e una partecipazione alla qualificazione del mondiale con la maglia della senior. Quest’anno, dopo essersi finalmente lasciato alle spalle gli infortunii, è tornato al gol. La prima avvisaglia contro il Valverde la settimana scorsa, contro la Bonomi il secondo con la spizzata da attaccante consumato. Sta tornando il Bambino di Oro.

Sport: 

Anno: 

SEGRETERIA - NUOVO ORARIO ESTIVO

S.G. AMSICORA

SEGRETERIA GENERALE

Si comunica che

dall’11 al 30 giugno 2018 la segreteria aprirà il martedì ed il giovedì con il seguente orario:

dalle ore 17.00 alle ore 19.00

MESI DI LUGLIO E AGOSTO CHIUSO

PER INFORMAZIONI

CONTATTARE

sg_amsicora@tiscali.it

CORSI AVVIAMENTO ALLO SPORT

 

Società Sportiva Amsicora Cagliari

Amsicora

Questo è il sito della Società Sportiva Amsicora di Cagliari. Al suo interno è possibile trovare notizie, foto e video degli sport praticati

Contatti